Madrid Fusión 2016

Dal 25 al 27 gennaio, Chef di tutto il mondo si incontrano nella 14a edizione di Madrid Fusion.

Chef provenienti da tutto il mondo, convegni, dimostrazioni tecniche, seminari e premiazioni: si sono incontrati dal 25 al 27 gennaio, alla quattordicesima edizione di Madrid Fusion, la kermesse internazionale legata all’alta cucina in Spagna. Il programma, ricco ed articolato, aveva come tema centrale il “linguaggio della postavanguardia”, ed ha declinato in tutte le sue sfumature, dal salato al dolce, le prospettive della cucina moderna nell’era del post Ferran Adrià e dei suoi seguaci.

L’Italia è stata presente con una rappresentanza di chef geniali e creativi capeggiati da Massimo Bottura dell’Osteria Francescana, premiato come “Migliore cuoco dell’anno” in Europa per il suo impegno al Refettorio Ambrosiano durante Expo 2015. Poi Paolo Lopriore, uno dei maggiori esponenti dell’avanguardia italiana e il suo designer Andrea Salvetti; Giuseppe Iannotti, versatile chef del ristorante Kresios, Paolo Montanaro di Tartuflanghe e il bartrender Simone Caporale.

Non è mancato il consueto omaggio alla tradizione con Saborea España, la sessione dedicata alla cucina tipica spagnola dove sono intervenuti i grandi della cucina iberica fra cui Luis Aduriz Andoni, Eneko Atxa, Elena Arzak e Dani Garcia. Anche il dolce a ricevuto l’attenzione che merita nella sezione Dolce Fusion in cui si sono avvicendati i migliori pasticceri tra cui Jordi Roca che insieme a Neil Harbisson hanno descritto la nona sinfonia di Beethoven attraverso un dessert, in un esperimento cyber-gastronomico unico al mondo.

Il Paese ospite della manifestazione di quest’anno è la Thailandia.

Lascia un commento