La mela annurca

Definita la regina delle mele, con il suo colore rosso uniforme, è l’unica mela con origini meridionali.

Anche questo frutto trova nella sua più diffusa e antica produzione campana l'Indicazione Geografica Protetta. Infatti è ancora una volta Plinio con i suoi documenti a far sospettare l'area dell'agro puteolano il punto di origine. Fu sempre lo storico romano a definirla Mala Orcula, cioè prodotta intorno all'Orco, come veniva chiamato il Lago di Averno considerato sede degli Inferi. Oggi è soprannominata la "regina delle mele" per le sue definite caratteristiche: la polpa si presenta croccante e compatta di colore bianco e gusto succoso leggermente acidulo. Il frutto maturo non ha dimensioni molto grandi, si presenta leggermente asimmetrico, la buccia è liscia e cerosa, di colore giallo-verde che assume la tipica tonalità rossa solo dopo il periodo di arrossamento a terra. Altamente nutritivo, questo pomo oltre ad essere ricco di minerali e vitamine, regola le funzioni intestinali e possiede proprietà diuretiche.

Lascia un commento